SANT’ANGELO DI ROCCALVECCE, IL PAESE DELLE FIABE

Dare nuova vita ad un borgo che stava morendo. Con i murales la meravigliosa fiaba di Sant’Angelo diventa realtà.
L’amore per la propria terra e la tenacia di non arrendersi di fronte al comune destino di tanti piccoli paesi che si spopolano fino a diventare deserti, sono stati la propulsione del progetto di rilancio di Sant’Angelo di Roccalvecce, splendido borgo in provincia di Viterbo.
Un paesino a metà strada fra alta Tuscia e Valle del Tevere, immerso in campagne silenziose e panorami che danno refrigerio all’anima.

Ma se, come spesso accade, il rischio è di ritrovarsi con case vuote e fuga verso aree più urbanizzate, ecco arrivare la geniale intuizione di Gianluca Chiovelli e della Associazione culturale ACAS per far risplendere Sant’Angelo di nuova vita e nuovi colori.
Riempire il paese di Murales. Splendidi murales con i personaggi di fiabe conosciute in tutto il mondo. Ecco arrivare i primi artisti e le opere di street art sui muri delle case del paese.

Funziona. Il sogno di far rivivere Sant’Angelo funziona! E allora altri progetti, altri colori, altri murales. Le fiabe aumentano. Case riqualificate, curiosità, turisti, attrattiva, famiglie, bimbi, le fiabe vincono la sfida e Sant’Angelo diventa “il paese delle fiabe”.
Camminando nel paese si possono ammirare: Alice nel paese delle Meraviglie, i quattro musicanti di Brema, il libro della giungla, Peter Pan, il piccolo principe, le fate di Avalon, la piccola fiammiferaia, il brutto anatroccolo; Hansel e Gretel, Alì Babà e i quaranta Ladroni, la bella addormentata nel bosco, gli gnomi dei Grimm.
Fiori, premura e pulizia in ogni angolo, la voglia di accogliere i visitatori in un percorso magico, affascinante per i piccoli e rilassante per i grandi.
A un’ora e mezza da Roma; a poca distanza da Civita di Bagnoregio e dal Lago di Bolsena.
Meta consigliatissima per un turismo intelligente che fa bene al cuore e aiuta un piccolo paese nel suo grande sogno di rinascita.


CASA ALESSIA, IN VACANZA A SORIANO NEL CIMINO.

Soriano nel Cimino casa Alessia vacanze

Il Castello Orsini, i vicoli, le scale, i lampioni, l’atmosfera magica di un borgo medievale.
La Faggeta e i panorami di montagna. I fasti di Palazzo Chigi Albani, la bellezza della fontana di Papacqua. E la tranquillità delle vaste campagne.
Tutto questo è Soriano nel Cimino, il luogo perfetto per le tue vacanze nella Tuscia.

Soriano nel Cimino Tuscia casa vacanza

Per goderti Soriano al meglio ecco la soluzione più comoda per te: una casa accogliente al centro del paese, con splendida vista panoramica e tutti i servizi a pochi passi.
Ambienti ampi e luminosi, ristrutturati da poco.
Ideale per brevi periodi, può accogliere fino a 5 persone.

Casa Alessia Vacanza Soriano nel Cimino

Relax, l’ottimo cibo del territorio, e l’inimitabile sorriso dei sorianesi che vi accoglieranno nel loro bel paese.
Per tutte le info ALESSIA 349 084 2853 alessia.ferrari75@libero.it
Casa Alessia è la vostra vacanza a Soriano nel Cimino.


https://www.instagram.com/allogggioturistico_soriano.vt/
https://www.facebook.com/CasaAlessiaSoriano/




ACQUAPENDENTE. Per chi ama il Trekking.

L’iniziativa vuole essere un modo nuovo per visitare Acquapendente, un incantevole borgo di origine medievale, coniugando il piacere per una sana pratica fisica all’amore per i monumenti che parlano di storia e arte. La guida illustrerà lungo il percorso la storia del borgo e dei siti più rilevanti di Acquapendente, secondo un itinerario che si snoda tra i vicoli più suggestivi e panoramici. Il percorso toccherà in parte il tratto urbano dell’antica via Francigena e permetterà ai trekker anche di inoltrarsi nei vicoli e “poggi” paesaggistici più belli. Lungo l’itinerario del trekking urbano i partecipanti avranno l’opportunità di ammirare la Basilica del Santo Sepolcro con la splendida cripta romanica, che custodisce il sacello omonimo, le fontane monumentali e gli esempi più significativi dell’edilizia residenziale rinascimentale aquesiana, come il monumentale Palazzo Viscontini ed il Palazzo Vescovile, i complessi conventuali di Sant’Agostino e di San Francesco.

FOTO E TESTI DA https://museodellacitta.eu/per-chi-ama-il-trekking/

Webinar: La destinazione turistica come filiera di comunità

Martedì 14 luglio un nuovo importante appuntamento per riflettere insieme su visioni e prospettive del turismo della nostra Regione Lazio.
Con il webinar “La destinazione turistica come filiera di comunità” organizzato da Lazio Innova, con Virgilio Gay – Laureato in Giurisprudenza e con Master in project management; e Giulio Curti – Coordinatore Spazio Attivo Viterbo.

QUI TUTTE LE INFO: